Il 60% della carne che mangeremo nel 2040 sarà coltivata in laboratorio oppure sostituita da prodotti vegetali

Il nome parla da sé: The Imposter Burger, l’hamburger impostore, che sembra carne ma non è. A lanciarlo è stato uno dei brand simbolo del mondo dei fast food, la Kentucky Fried Chicken, che in barba al suo nome ha deciso di lanciare un hamburger di pollo fatto senza utilizzare carne di pollo: il filetto contenuto nel panino è infatti ricavato da un sostituto della carne, completamente vegano, chiamato Quorn. Il nuovo hamburger, ha spiegato KFC in un comunicato, verrà testato per quattro settimane a Londra, Bristol e nelle Midlands, prima che l’azienda decida se distribuirlo a livello nazionale in Gran Bretagna.

Con il lancio di The Imposter KFC vuole cavalcare l’onda vegan che imperversa nel mondo del food, dato il numero sempre crescente di persone che scelgono di adottare diete vegane o vegetariane, per motivi legati alla salute e al rispetto degli animali dell’ambiente. Una strada già battuta da colossi come Greggs, che ha lanciato con grande successo una linea di sausage rolls (involtini di sfoglia ripieni di salsiccia) vegani, o la stessa McDonald’s, che in aprile ha dato il via alla vendita in Germania di hamburger con una polpetta a base di soia e frumento, o ancora Del Taco, che sempre due mesi fa negli Usa ha lanciato il suo “Beyond Taco”, che contiene un sostituto della carne a base di proteine vegetali elaborato dall’azienda Beyond Meat.

…continua su (clicca qui)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.