Un pensiero

« Chi non prova alcun bisogno di legarsi al mondo divino si priva di qualcosa di prezioso. Certo, se è intelligente, volenteroso e in buona salute, per un momento può avere l’impressione di non perdere nulla delle proprie facoltà. Ma, a poco a poco, dato che non si alimenta alle correnti superiori per ricevere nuove energie, qualcosa in lui comincia a sgretolarsi, e allora la porta è aperta alle entità indesiderabili le quali – così come i vermi rodono il legno – roderanno il suo cuore e il suo intelletto. Gli ignoranti si fermano a situazioni temporanee, e ne traggono conclusioni: «Il legame con il mondo divino?… Ma perché?… Ci sono tantissime persone per le quali il mondo divino non esiste, e che comunque riescono bene in tutto». Sì, ma fino a quando?
È a Dio che dobbiamo dare il primo posto nella nostra esistenza, ed è a Lui che dobbiamo dare il nostro amore, poiché quell’amore ci dà tutto: la saggezza, la potenza, la libertà, la bellezza, la salute… e anche l’amore, certo. Dio non ha bisogno del nostro amore, ma noi sì, abbiamo bisogno di amarlo, poiché amandolo ci apriamo, e riceviamo in cambio il Suo amore. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.