Un pensiero

« Ricevere una nuova filosofia che apre nuovi orizzonti e presenta un ideale sempre più elevato da raggiungere presuppone che si sia in grado di armonizzarsi con essa, dunque di rafforzare non solo il proprio cervello, ma anche lo stomaco, i polmoni e tutto il proprio organismo, in modo da poter resistere alle tensioni che necessariamente si produrranno. Non bisogna immaginare che le correnti di luce e di amore siano facili da sopportare. La spiritualità è dapprima una scienza che si acquisisce ascoltando la parola di un saggio o leggendo diverse opere. Ma ciò è insufficiente e forse addirittura nocivo, se ci si accontenta di nutrire il proprio intelletto.
Chi decide di seguire un insegnamento spirituale deve dunque cambiare anche il proprio modo di vivere. Altrimenti, dopo qualche tempo sarà in preda a tali contraddizioni che entrerà in conflitto non solo con se stesso, ma anche con il proprio ambiente e con la società. Dopo aver, diciamo così, abbracciato la vita spirituale, quante persone diventano insopportabili a tutti! Facciano un esame di coscienza: vedranno se creano l’armonia attorno a sé e se riescono a mostrarsi degne dell’insegnamento spirituale che hanno deciso di seguire. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.