Un pensiero

« Solo la fusione, l’unione e l’estasi permettono all’uomo di conoscere Dio. Per far luce su questo processo attraverso il quale un essere umano si fonde nella Divinità, si può utilizzare il simbolo dell’esagramma.
Questa figura geometrica, che la scienza spirituale chiama “sigillo di Salomone” è composta da due triangoli equilateri intrecciati tra loro: l’uno con una punta rivolta verso l’alto, l’altro con una punta rivolta verso il basso. Questi due triangoli rappresentano i due processi universali dell’evoluzione e dell’involuzione: l’evoluzione della materia che tende verso lo spirito (il triangolo con la punta rivolta verso l’alto) e l’involuzione dello spirito che scende verso la materia per vivificarla (il triangolo con la punta verso il basso). Queste due figure ci insegnano come possiamo elevarci fino alla Divinità per fonderci in Essa; e mentre ci eleviamo, si produce un movimento inverso: la Divinità discende per vivere e manifestarsi in noi. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.