Un pensiero

« Le relazioni che lo spirito e il corpo intrattengono fra loro sono, sin dalle origini, una delle questioni che l’essere umano fa molta fatica a risolvere. Quanti sedicenti spiritualisti ritengono che il corpo sia la “tomba dello spirito”. Essi devono imparare a ragionare meglio. Se il corpo fosse una simile prigione, se si opponesse a tal punto all’evoluzione degli esseri umani, perché mai l’Intelligenza cosmica li invierebbe a incarnarsi sulla terra? Essi dovrebbero rimanere in alto, come puri spiriti… Ora, in quelli che trascurano il proprio corpo fisico con la scusa di consacrarsi alle nobili funzioni dell’intelletto, dell’anima e dello spirito, quelle stesse funzioni finiscono per indebolirsi e andare in rovina.
In realtà, ciò che impedisce la manifestazione dello spirito negli esseri umani, non è tanto il loro corpo fisico, ma piuttosto quella corazza fluidica formata dai desideri, dalle bramosie e dai conflitti della loro natura inferiore. Se questa non stesse continuamente creando ogni sorta di miasmi ed esalazioni, il loro corpo diventerebbe un perfetto strumento per lo spirito. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.