Un pensiero

« L’espressione “odore di santità”, che a volte viene usata, ha un senso. Alcuni santi e Maestri spirituali hanno fatto un tale lavoro su se stessi che, dai loro corpi fisici, emanano veri profumi. Quei profumi sono percepiti dalle entità luminose del mondo invisibile, le quali accorrono per aspirarli. In certi casi può anche succedere che alcune persone, particolarmente sensibili, sentano i profumi che emanano dalla loro anima.
Quei profumi emanano anche dall’anima degli esseri che hanno imparato ad accettare e a superare le proprie sofferenze. Quante volte, alla minima delusione, alla minima prova o ingiustizia, si sentono le persone lamentarsi o lanciare grida di ribellione! La sofferenza che provano può essere paragonata alla bruciatura di un fuoco; ma chi la accetta coscientemente, mantenendo il silenzio, sapendo che con la sua pazienza e il suo amore sta purificando una materia in se stesso, prepara anche dei profumi nella propria anima. Ecco perché saper soffrire è un sapere fra i più grandi che esistano, una delle più alte manifestazioni dell’amore. »

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.